Green Holding

Anche noi lo vogliamo ricordare così: ” Se n’è andato in silenzio, lontano dai riflettori, un po’ com’era nel suo stile. Io lo voglio ricordare così, schivo, riservato e generoso. Generoso per tutte le vacanze passate a casa sua, i giri in macchina, i piccoli viaggi, i pranzi e le cene. Lo ricordo al bar Roma all’Aprica a giocare a carte in mezzo a giocatori accaniti, a caccia in autunno insieme a pochi amici, al Santuario sopra Rapallo a mangiare in trattoria. Era un tipo schietto,che parlava poco, senza fronzoli, uomo d’affari abilissimo. Poi sono arrivati i giudici, le inchieste e i giornalisti specializzati nel raccontare balle sopraffine che la gente si cala in dosi massicce. I politici come al solito si salvano il culo, gli imprenditori no. Era malato da tempo, ma alla giustizia non è importato. Non gli ho mai dato del tu, non me la sarei mai sentita, era un uomo all’antica che esigeva e dava rispetto. Adesso lo penso in qualche posto migliore,magari al volante di una Lancia Flaminia Coupè Blu, il panama bianco in testa. Buon Viaggio, Signor Grossi. Pubblicato da Ippolito Edmondo Ferrario il 12/10/2011″